domenica 15 giugno 2014

Medicina narrativa, le persone protagoniste del percorso di cura





Buongiorno a tutti,



questo mese di giugno si spera si riveli uno spartiacque nella vicenda spesso complessa che ha riguardato sia la comprensione di cosa fosse la Medicina Narrativa, sia le sue possibilità di applicazione e integrazione nei contesti di cura.



Il seguente articolo, che vi invito a leggere, testimonia quanto avvenuto nella scorsa settimana quando l'Istituto Superiore di Sanità ha organizzato una Consensus Conference sull'argomento con lo scopo di gettare le basi verso l'elaborazione di linee guida condivise:



PHARMASTAR :: Medicina narrativa, le persone protagoniste del percorso di cura



Porre le basi scientifiche per un uso delle narrazioni in medicina è, infatti, un passo essenziale da fare per consentire a chiunque si avvicini a questa disciplina di avere una bussola che la aiuti ad orientarsi.



Il bacino di esperienze a cui si attingerà sarà principalmente quello del progetto Viverla Tutta che l'ASL10 di Firenze ha ideato e realizzato (nelle sue varie fasi tra cui ricordiamo i laboratori NaMe) insieme a Fondazione ISTUD, lo stesso Istituto Superiore di Sanità, l'istituto Mario Negri e Pfizer Italia.



Il compito è arduo come sostiene la Dr.ssa Taruscio dell'ISS, ma raggiungerlo con la massima pluralità di voci, contribuirà al miglioramento della qualità delle cure e della vita dei pazienti.